Victory Smoke - (24/09/14)


CANALE:
LA PELANDA. CENTRO DI PRODUZIONE CULTURALE 12 SETTEMBRE 2014
danza/live music BAROKTHEGREAT
Victory Smoke
ideazione, scena e costumi Leila Gharib, Sonia Brunelli | coreografia Sonia Brunelli | musica originale live Leila Gharib, Francesco Brasini | performers Alessio Mazzaro, Livia Rossi, Marzia Dalfini, Sonia Brunelli | luci e dispositivo Dafne Boggeri | realizzazione elemento scenico Plastikart | realizzazione costumi House of Spectra | collaborazione teorica Piersandra Di Matteo | promozione Sarah Parolin | yak | produzione Xing/Live Arts Week (Bologna) | co-produzionesteirisches herbst festival (Graz), Far Festival des arts vivants (Nyon) | residenza produttiva Santarcangelo 12 - 13 - 14 Festival Internazionale del Teatro in piazza, Interzona (Verona)
WWW.BAROKTHEGREAT.TUMBLR.COM
Victory Smoke è la nuova creazione di Barokthegreat imperniata sull’immagine della Vittoria. Percorsa nella storia dell’arte occidentale dal suggello iconografico - scultoreo e pittorico - del Trionfo, assume ai nostri giorni la forma assillante del risultato ottenuto con ogni mezzo, dell’efficacia come prassi esistenziale, dell'assoggettamento al vincolo di una performatività assunta a modello di comportamento relazionale. Motore di questo nuovo lavoro è la tensione verso una 'victory smoke'. È l’individuazione della soglia che sta prima e dopo il compimento di un’azione, che lascia nel campo della visione il fumo della vittoria. L'azione drammatica che fonda questo spettacolo è l’idea di caccia. Cacciatori di frodo o di taglie? Cacciatori d’oro, di elefanti o di fagiani? Tutti e nessuno. Qui si tratta di circumnavigare l’immagine della cattura senza la preda. Se la sua identità resta sconosciuta, il fuoco è posto ora sulle tattiche di caccia, ora sull’esaltazione che segue la cattura, ma escludendo il conquistato. Dopo aver abitato la dimensione immersiva e notturna di Indigenous, Barokthegreat in Victory Smoke si apre a idee compositive fondate sulla messa in gioco di una inedita prossemica tra corpi, disegnando forme di comunità non permanenti strette intorno a un punto cieco.
LA PELANDA. CENTRO DI PRODUZIONE CULTURALE 12 SETTEMBRE 2014
danza/live music BAROKTHEGREAT
Victory Smoke
ideazione, scena e costumi Leila Gharib, Sonia Brunelli | coreografia Sonia Brunelli | musica originale live Leila Gharib, Francesco Brasini | performers Alessio Mazzaro, Livia Rossi, Marzia Dalfini, Sonia Brunelli | luci e dispositivo Dafne Boggeri | realizzazione elemento scenico Plastikart | realizzazione costumi House of Spectra | collaborazione teorica Piersandra Di Matteo | promozione Sarah Parolin | yak | produzione Xing/Live Arts Week (Bologna) | co-produzionesteirisches herbst festival (Graz), Far Festival des arts vivants (Nyon) | residenza produttiva Santarcangelo 12 - 13 - 14 Festival Internazionale del Teatro in piazza, Interzona (Verona)
WWW.BAROKTHEGREAT.TUMBLR.COM
Victory Smoke è la nuova creazione di Barokthegreat imperniata sull’immagine della Vittoria. Percorsa nella storia dell’arte occidentale dal suggello iconografico - scultoreo e pittorico - del Trionfo, assume ai nostri giorni la forma assillante del risultato ottenuto con ogni mezzo, dell’efficacia come prassi esistenziale, dell'assoggettamento al vincolo di una performatività assunta a modello di comportamento relazionale. Motore di questo nuovo lavoro è la tensione verso una 'victory smoke'. È l’individuazione della soglia che sta prima e dopo il compimento di un’azione, che lascia nel campo della visione il fumo della vittoria. L'azione drammatica che fonda questo spettacolo è l’idea di caccia. Cacciatori di frodo o di taglie? Cacciatori d’oro, di elefanti o di fagiani? Tutti e nessuno. Qui si tratta di circumnavigare l’immagine della cattura senza la preda. Se la sua identità resta sconosciuta, il fuoco è posto ora sulle tattiche di caccia, ora sull’esaltazione che segue la cattura, ma escludendo il conquistato. Dopo aver abitato la dimensione immersiva e notturna di Indigenous, Barokthegreat in Victory Smoke si apre a idee compositive fondate sulla messa in gioco di una inedita prossemica tra corpi, disegnando forme di comunità non permanenti strette intorno a un punto cieco.
Condividi video :

Posta un commento

 
Support : MarXoB
Copyright © 2011. e-performance.tv - All Rights Reserved
Template Created by MarXoB | Published by e-performance.tv
powered by Blogger