Ultimi Video

ERR introduzione

MAXXI 5 e 6 luglio 2017
ESTATE ROMANA RELOADED 

a cura di Andrea Cortellessa
Ha un valore allusivo la scelta del MAXXI di allestire una rassegna di letture poetiche in una replica del Teatrino Scientifico di Via Sabotino, l’architettura “effimera” realizzata da Franco Purini e Laura Thermes per l’Estate romana 1979: quella culminata nel Festival dei Poeti a Castelporziano che resta l’emblema, ambivalente quanto memorabile, di quella stagione.

mercoledì 5
introduzione di Andrea Cortellessa
Luca Archibugi
Antonella Anedda
Gian Maria Annovi
Gabriele Frasca
Patrizia Valduga
Vincenzo Ostuni
Sara Ventroni

giovedì 6
Nanni Balestrini
Alessandra Carnaroli
Valerio Magrelli
Maria Grazia Calandrone
Guido Mazzoni
Renata Morresi
Franco Arminio
12.7.17
 

ERR - Luca Archibugi

MAXXI 5 e 6 luglio 2017
ESTATE ROMANA RELOADED - Luca Archibugi
a cura di Andrea Cortellessa Ha un valore allusivo la scelta
del MAXXI di allestire una rassegna di letture poetiche in una replica del Teatrino Scientifico di Via Sabotino, l’architettura “effimera” realizzata da Franco Purini e Laura Thermes per l’Estate romana 1979: quella culminata nel Festival dei Poeti a Castelporziano che resta l’emblema, ambivalente quanto memorabile, di quella stagione.
12.7.17
 

ERR - Antonella Anedda

MAXXI 5 e 6 luglio 2017
ESTATE ROMANA RELOADED - Antonella Anedda
a cura di Andrea Cortellessa Ha un valore allusivo la scelta
del MAXXI di allestire una rassegna di letture poetiche in una replica del Teatrino Scientifico di Via Sabotino, l’architettura “effimera” realizzata da Franco Purini e Laura Thermes per l’Estate romana 1979: quella culminata nel Festival dei Poeti a Castelporziano che resta l’emblema, ambivalente quanto memorabile, di quella stagione.
12.7.17
 

ERR - Gian Maria Annovi

MAXXI 5 e 6 luglio 2017
ESTATE ROMANA RELOADED - Gian Maria Annovi
a cura di Andrea Cortellessa Ha un valore allusivo la scelta
del MAXXI di allestire una rassegna di letture poetiche in una replica del Teatrino Scientifico di Via Sabotino, l’architettura “effimera” realizzata da Franco Purini e Laura Thermes per l’Estate romana 1979: quella culminata nel Festival dei Poeti a Castelporziano che resta l’emblema, ambivalente quanto memorabile, di quella stagione.
12.7.17
 

ERR - Maria Grazia Calandrone

MAXXI 5 e 6 luglio 2017
ESTATE ROMANA RELOADED - Valerio Magrelli
a cura di Andrea Cortellessa Ha un valore allusivo la scelta
del MAXXI di allestire una rassegna di letture poetiche in una replica del Teatrino Scientifico di Via Sabotino, l’architettura “effimera” realizzata da Franco Purini e Laura Thermes per l’Estate romana 1979: quella culminata nel Festival dei Poeti a Castelporziano che resta l’emblema, ambivalente quanto memorabile, di quella stagione.
12.7.17
 

ERR - Guido Mazzoni

MAXXI 5 e 6 luglio 2017
ESTATE ROMANA RELOADED - Guido Mazzoni
a cura di Andrea Cortellessa Ha un valore allusivo la scelta
del MAXXI di allestire una rassegna di letture poetiche in una replica del Teatrino Scientifico di Via Sabotino, l’architettura “effimera” realizzata da Franco Purini e Laura Thermes per l’Estate romana 1979: quella culminata nel Festival dei Poeti a Castelporziano che resta l’emblema, ambivalente quanto memorabile, di quella stagione.
12.7.17
 

ERR - Renata Morresi

MAXXI 5 e 6 luglio 2017
ESTATE ROMANA RELOADED - Renata Morresi
a cura di Andrea Cortellessa Ha un valore allusivo la scelta
del MAXXI di allestire una rassegna di letture poetiche in una replica del Teatrino Scientifico di Via Sabotino, l’architettura “effimera” realizzata da Franco Purini e Laura Thermes per l’Estate romana 1979: quella culminata nel Festival dei Poeti a Castelporziano che resta l’emblema, ambivalente quanto memorabile, di quella stagione.
12.7.17
 

ERR - Franco Arminio

MAXXI 5 e 6 luglio 2017
ESTATE ROMANA RELOADED - Franco Arminio
a cura di Andrea Cortellessa Ha un valore allusivo la scelta
del MAXXI di allestire una rassegna di letture poetiche in una replica del Teatrino Scientifico di Via Sabotino, l’architettura “effimera” realizzata da Franco Purini e Laura Thermes per l’Estate romana 1979: quella culminata nel Festival dei Poeti a Castelporziano che resta l’emblema, ambivalente quanto memorabile, di quella stagione.
12.7.17
 

ERR - Gabriele Frasca

MAXXI 5 e 6 luglio 2017
ESTATE ROMANA RELOADED - Gabriele Frasca
a cura di Andrea Cortellessa Ha un valore allusivo la scelta
del MAXXI di allestire una rassegna di letture poetiche in una replica del Teatrino Scientifico di Via Sabotino, l’architettura “effimera” realizzata da Franco Purini e Laura Thermes per l’Estate romana 1979: quella culminata nel Festival dei Poeti a Castelporziano che resta l’emblema, ambivalente quanto memorabile, di quella stagione.
12.7.17
 

ERR - Patrizia Valduga

MAXXI 5 e 6 luglio 2017
ESTATE ROMANA RELOADED - Patrizia Valduga
a cura di Andrea Cortellessa Ha un valore allusivo la scelta
del MAXXI di allestire una rassegna di letture poetiche in una replica del Teatrino Scientifico di Via Sabotino, l’architettura “effimera” realizzata da Franco Purini e Laura Thermes per l’Estate romana 1979: quella culminata nel Festival dei Poeti a Castelporziano che resta l’emblema, ambivalente quanto memorabile, di quella stagione.
12.7.17
 

ERR - Vincenzo Ostuni

MAXXI 5 e 6 luglio 2017
ESTATE ROMANA RELOADED - Vincenzo Ostuni
a cura di Andrea Cortellessa Ha un valore allusivo la scelta
del MAXXI di allestire una rassegna di letture poetiche in una replica del Teatrino Scientifico di Via Sabotino, l’architettura “effimera” realizzata da Franco Purini e Laura Thermes per l’Estate romana 1979: quella culminata nel Festival dei Poeti a Castelporziano che resta l’emblema, ambivalente quanto memorabile, di quella stagione.
12.7.17
 

ERR - Sara Ventroni

MAXXI 5 e 6 luglio 2017
ESTATE ROMANA RELOADED - Sara Ventroni
a cura di Andrea Cortellessa Ha un valore allusivo la scelta
del MAXXI di allestire una rassegna di letture poetiche in una replica del Teatrino Scientifico di Via Sabotino, l’architettura “effimera” realizzata da Franco Purini e Laura Thermes per l’Estate romana 1979: quella culminata nel Festival dei Poeti a Castelporziano che resta l’emblema, ambivalente quanto memorabile, di quella stagione.
12.7.17
 

ERR - Nanni Balestrini

MAXXI 5 e 6 luglio 2017
ESTATE ROMANA RELOADED - Nanni Balestrini
a cura di Andrea Cortellessa Ha un valore allusivo la scelta
del MAXXI di allestire una rassegna di letture poetiche in una replica del Teatrino Scientifico di Via Sabotino, l’architettura “effimera” realizzata da Franco Purini e Laura Thermes per l’Estate romana 1979: quella culminata nel Festival dei Poeti a Castelporziano che resta l’emblema, ambivalente quanto memorabile, di quella stagione.
12.7.17
 

ERR - Alessandra Carnaroli

MAXXI 5 e 6 luglio 2017
ESTATE ROMANA RELOADED - Alessandra Carnaroli
a cura di Andrea Cortellessa Ha un valore allusivo la scelta
del MAXXI di allestire una rassegna di letture poetiche in una replica del Teatrino Scientifico di Via Sabotino, l’architettura “effimera” realizzata da Franco Purini e Laura Thermes per l’Estate romana 1979: quella culminata nel Festival dei Poeti a Castelporziano che resta l’emblema, ambivalente quanto memorabile, di quella stagione.
12.7.17
 

ERR - Valerio Magrelli

MAXXI 5 e 6 luglio 2017
ESTATE ROMANA RELOADED - Valerio Magrelli
a cura di Andrea Cortellessa Ha un valore allusivo la scelta
del MAXXI di allestire una rassegna di letture poetiche in una replica del Teatrino Scientifico di Via Sabotino, l’architettura “effimera” realizzata da Franco Purini e Laura Thermes per l’Estate romana 1979: quella culminata nel Festival dei Poeti a Castelporziano che resta l’emblema, ambivalente quanto memorabile, di quella stagione.
12.7.17
 

E così tiriamo avanti


Teatro Tordinona 25 giugno 2017
E così tiriamo avanti
Regia di Danny Lemmo aiuto regia Ignacio Paurici
con
Luca Esposito
Cristiana Mecozzi

6.7.17
 

Una Commedia Filosofica

Teatro Tordinona 22 Giugno 2017
UNA COMMEDIA FILOSOFICA
Regia Claudio Di Paola, con: Nicola Curti, Antonino Giuffrè, Claudio Di Paola, Ilaria Giambini, Beniamino Presutti, Carlotta Rondana.
Quella che sembra un operetta secondaria è in vero un'aguzza stoccata che Camus sferra a quel mondo esistenzialista e ideologizzante che occupava la cultura francese" ( Castronuovo 03')

Nel 1947, mentre una delle più famose pièce di Jean Paul Sartre veniva premiata negli Stati Uniti, da questa parte dell'oceano Albert Camus scriveva un' agile pochade con lo scopo di prendere in giro la filosofia esistenzialista francese di cui Sartre fu padre indiscusso. Con questo lavoro abbiamo voluto recuperare quest' opera, considerata una delle minori di Camus, innanzitutto con l'intento di ritornare sulla raffinatezza dei suoi spunti comici, ma anche con il progetto di proporla in una chiave più dinamica, nella quale le originali temperature comiche pseudomolieriane si mescolano con tempi e registri che appartengono più alla commedia del nostro tempo e del nostro paese.

6.7.17
 

Buonanotte mamma

Teatro Tordinona 25 giugno 2017
Buonanotte mamma
Liberamente tratto da: Night mother di M. Norman
Regia di Danny Lemmo
con
Fabiana Pagani
Giulia Achilli

6.7.17
 

Twister

Teatro India, 23 giugno 2017
Twister
ideazione, coreografia e regia Salvo Lombardo
ottimizzazione Lucia Cammalleri e Daria Greco
con Lucia Cammalleri, Mei Chen, Abel Hernández González, Daria Greco, Oksana Griaznova, Evgenii Kalachev
sound design Fabrizio Alviti
light design Luca Giovagnoli
costume design Kristina Sviderskaitė
produzione Fabbrica Europa Festival (Firenze), Aura Dance Theatre (Kaunas)
con il sostegno diAnghiari Dance Hub, Kilowatt Festival, Le Murate / Progetti Arte Contemporanea
coordinamento alla produzione Giedre Bagdziunaite
si ringrazia per la collaborazioneLithuanian Culture Institute, Consolato Onorario della Repubblica di Lituania Twister nasce nell’ambito di un progetto produttivo condiviso tra Fabbrica Europa Festival e la compagnia Aura Dance Theatre, che ha favorito l’incontro tra Chiasma, il gruppo di lavoro di Salvo Lombardo e la compagnia lituana. Il lavoro trae spunto dall’omonimo gioco di società che in modo del tutto trans-generazionale e trans-culturale ha determinato un pretesto di rivisitazione del concetto stesso di fisicità e di prossemica, a partire dal gioco. La performance indaga dunque la fisicità e, per estensione, il corpo come territorio di relazione, e utilizza il linguaggio coreografico come collante di un’esperienza di socialità che dia luogo alla formazione di una comunità provvisoria dove i corpi sono un prolungamento delle relazioni umane, delle dinamiche sociali, dei prodotti culturali e del vissuto di ciascun performer.
Salvo Lombardo, partendo da una serie di partite a Twister tra due gruppi, tenta di imbastire un affresco coreografico basato sull’insieme delle connessioni e delle micro-narrazioni deducibili da tale esperienza, favorendo uno sharing di memorie personali dei performer, sia motorie che biografiche, la cui riproposizione è situata tra il doppio livello dell’estemporaneità e della ripetizione.
4.7.17
 
 
Support : MarXoB
Copyright © 2011. e-performance.tv - All Rights Reserved
Template Created by MarXoB | Published by e-performance.tv
powered by Blogger