Ultimi Video

IL CAPPOTTO E L’OMBRELLINO


“IL CAPPOTTO E L’OMBRELLINO”
di Cristina Maria Russo
6.12.19
 

DOPPIO SEI


“DOPPIO SEI” di Leonardo Lenzini,Fiammetta Perugi, Filippo Papini
6.12.19
 

AL BIVIO


“AL BIVIO”
di Renato Giordano Con R. Giordano, N. Plastino, G:M.M. Bruno
6.12.19
 

MAGDALENE LE SEI ANIME DI MEDEA


“MAGDALENE LE SEI ANIME DI MEDEA”
scritto e diretto da Nino Musicò con Francesca Fenati, Nino Musicò, Ivano Conte
6.12.19
 

COME IL COLIBRI’


“COME IL COLIBRI’”
di e con Violetta Chiarini
6.12.19
 

COLORI DELL’ACQUA


“COLORI DELL’ACQUA”
di e con Luisa Sanfilippo
6.12.19
 

IL FANTASMA DEL TEATRO TORDINONA


SCHEGGE D’AUTORE XVIII dal 18 al 25 NOVEMBRE 2019, TORDINONA
"IL FANTASMA DEL TEATRO TORDINONA”
di Giancarlo Gori e Edoardo Viviani regia Giacarlo Gori
6.12.19
 

NONOSTANTE TUTTO


SCHEGGE D’AUTORE XVIII dal 18 al 25 NOVEMBRE 2019, TORDINONA
“NONOSTANTE TUTTO”
di Rodolfo Andrei con Alessandra Maffei per il passato e Maria Teresa Grano per il presente
5.12.19
 

ERO SOLO UNA BAMBINA


SCHEGGE D’AUTORE XVIII dal 18 al 25 NOVEMBRE 2019, TORDINONA “ERO SOLO UNA BAMBINA” di Alessandro Iori con Francesca Innocenti
4.12.19
 

OSSESSIONE


SCHEGGE D’AUTORE XVIII dal 18 al 25 NOVEMBRE 2019, TORDINONA “OSSESSIONE” di e con Maria Laura Familiari
4.12.19
 

IL PONTE DEI SOSPIRI


SCHEGGE D’AUTORE XVIII dal 18 al 25 NOVEMBRE 2019, TORDINONA “IL PONTE DEI SOSPIRI” Con Roberto Pensa, Patrizia Fanelli Scritto e diretto da Massimiliano Perrotta Foto di scena di Massimo Podio
4.12.19
 

COME FASI DELLA LUNA


SCHEGGE D’AUTORE XVIII dal 18 al 25 NOVEMBRE 2019, TORDINONA “COME FASI DELLA LUNA” scritto e diretto da Salvatore Scirè con Roberta Cipriani
4.12.19
 

TA-PUM, TA-PUM


SCHEGGE D’AUTORE XVIII dal 18 al 25 NOVEMBRE 2019, TORDINONA
“TA-PUM, TA-PUM”
Confessione antieroica di un soldato della Prima Guerra Mondiale di Anna Cantagallo Con Matteo Lombardi e Luigi Giovanrosa
4.12.19
 

PER SCIENZA O PER MAGIA


SCHEGGE D’AUTORE XVIII dal 18 al 25 NOVEMBRE 2019, TORDINONA
“PER SCIENZA O PER MAGIA”
di Luciano Arfè con Alessandro Stabellini, Alba Grazioli, Viviana Polic e Fabrizio Battistini. Regia di Luciano Arfè
4.12.19
 

OZ


Mattatoio - Teatro 1 , 17 Novembre 2019
OZ
Uno spettacolo di Fanny & Alexander
ideazione: Chiara Lagani e Luigi De Angelis
con: Consuelo Battiston e Chiara Lagani
drammaturgia: Chiara Lagani
illustrazioni: Mara Cerri
musiche: Mirto Baliani
regia scene e luci: Luigi De Angelis
Una produzione Accademia Perduta, Teatro delle Briciole/Solares Fondazione delle Arti, E production
Fanny & Alexander si cimenta nel racconto de Il meraviglioso mago di Oz e delle storie che ne seguirono con Dorothy e i nuovi simpatici protagonisti. Il piccolo pubblico incontrerà i personaggi più bizzarri di questa saga in uno spettacolo abitato dalle due attrici Chiara Lagani e Consuelo Battiston e dalle animazioni create dall’illustratrice Mara Cerri. Nasce così un gioco avventuroso che ha la forma di un viaggio in cui grandi e bambini si troveranno a dover scegliere in prima persona le strade da percorrere, i personaggi da incontrare e quelli da evitare, riscrivendo ogni volta una fine diversa per questa famosa storia.

La compagnia Fanny & Alexander nell’arco di venticinque anni di attività ha realizzato oltre una settantina di eventi, tra spettacoli teatrali e musicali, produzioni video e cinematografiche, installazioni, azioni performative, mostre fotografiche, convegni e seminari di studi, festival e rassegne. Tra i suoi lavori si ricordano il ciclo dedicato al romanzo di Nabokov Ada o ardore e vincitore di due premi Ubu; il progetto pluriennale dedicato a Il Mago di Oz (2007-2010) e l’affondo dedicato alla retorica pubblica con le serie dei Discorsi per indagare il rapporto tra singolo e comunità. Nel 2018 debutta I libri di Oz, conferenza spettacolo tratta dalla omonima pubblicazione uscita del 2017 per I Millenni di Einaudi che Chiara Lagani ha tradotto e curato a partire dai testi originali e inediti in Italia di Frank Lyman Baum. Nell’ambito di oltre venticinque anni di carriera, Fanny & Alexander ha ricevuto importanti riconoscimenti tra cui: Premio Giuseppe Bartolucci 1997, Premio Coppola Prati 1997, Premio speciale Ubu 2000, Premio di Produzione TTV 2002, Premio Lo Straniero 2002, Premio Speciale 36mo Festival BITEF di Belgrado 2002, Premio Sfera Opera di Ricerca Cortopotere Anno Tre 2003, Premio Speciale Ubu 2005, Premio dello Spettatore 2010/11 Teatri di Vita. Nel 2017, inoltre, la drammaturga Chiara Lagani si è aggiudicata il Premio Speciale dedicato all’Innovazione Drammaturgica assegnato nell’ambito del Premio Riccione.
4.12.19
 

Il ringhio della via lattea


Teatro Biblioteca Quarticciolo 17 Novembre 2019
Il ringhio della via lattea
di Bonn Park un progetto di e con Lea Barletti e Werner Waas traduzione Lea Barletti e Werner Waas| interventi sonori dal vivo Marco Della Rocca| con il sostegno del Goethe-Institut | co-produzione ItzBerlin e.V. in collaborazione con Fabulamundi Playwriting Europe – Beyond Borders? Direzione artistica Veronica Cruciani
Al Teatro Biblioteca Quarticciolo Waas/Barletti presentano il dittico a firma dell’autore Bonn Park, Tristezza & Malinconia e Il ringhio della via lattea. Tristezza & Malinconia, o il solo solissimo George di tutti i tempi. C’era questa tartaruga delle Galapagos chiamata Lonesome George. Era l’ultimo esemplare della sua specie. Non aveva più nulla da fare. Non in senso biologico, perché non c’era nessuno con cui riprodursi, né in senso politico, né in qualsiasi altro senso. Appena due settimane dopo che Bonn Park ha iniziato la scrittura di questo testo, nella vita reale Lonesome George è morto. Nel testo, invece, George vorrebbe tanto morire, ma ciò non è possibile: così almeno gli dice la sua compagna di scena, nonché narratrice e demiurga. Un ritratto della nostra tutta contemporanea apatia, del disincanto di noi animali umani, svagati e filosofici perché coscienti, fin troppo, della nostra innata precarietà. Una vera e propria specie in estinzione.
Il ringhio della via lattea
È ancora possibile salvare il mondo? Il piccolo alieno non lo sa. Davvero. Kim Jong Un intraprende finalmente un tentativo. Vorrebbe riunificare le due Coree. Alle brutte anche con una bomba atomica. Un disilluso Donald Trump, licenziatosi, vorrebbe tanto fondere tutte le armi raccolte e disfarsi del proprio denaro. Veramente! E che dire dei buoni propositi di Heidi Klum? O della donna che vuole salvare la Socialdemocrazia? Cosa va cercando una giraffa fumatrice sulla scena?
E chi diavolo è questo Bonn Park, che si è infilato nel proprio stesso testo? Anche gli spettatori troveranno di sicuro il proprio posto, in questa strabordante disposizione sperimentale. E, nel migliore dei casi, alla fine si sentiranno più vicini ai propri vicini di poltrona. Una dichiarazione d‘amore agli ultimi esseri umani. Una serata per persone pronte ad assumere su di sé l‘eccessivo peso del mondo, e a smettere di camminare sui cadaveri.
Barletti/Waas in collaborazione con Fabulamundi Playwriting Europe – Beyond Borders?
Tristezza & Malinconia
o il più solo solissimo George di tutti i tempi di Bonn Park un progetto di e con Lea Barlettie Werner Waas e con Simona Senzacqua traduzione Lea Barlettie Werner Waas con il sostegno del Goethe-Institut | con la coproduzione di AREA 06 e ItzBerlin e.V.
3.12.19
  ,
 
Support : MarXoB
Copyright © 2011. e-performance.tv - All Rights Reserved
Template Created by MarXoB | Published by e-performance.tv
powered by Blogger